UN SINTOMO: LA LIBIA

Una domanda che molti si porranno distrattamente: “Ma che sta succedendo, in Libia?” L’atteggiamento disinteressato è comprensibile. In primo luogo, se non ce ne vengono dei fastidi, chi comanda in Libia è cosa che non ci riguarda. In secondo luogo, la situazione è confusa, e la stessa domanda corrisponde a dire: “Non che me ne importi molto, ma non ho … Continua a leggere

DI MAIO DIXIT

È concepibile che si giudichi un uomo da una sola delle sue frasi? La risposta sembrerebbe dover essere negativa e tuttavia l’intero Occidente ha giudicato Ponzio Pilato da una sola frase. Se si ha in mano la vita di una persona, e la si giudica innocente, non si può permettere che sia uccisa, dicendo: “Me ne lavo le mani”. Anche … Continua a leggere

OTTOCENTOMILA

In Libia c’è uno scontro tra milizie che i media italiani, in mancanza di notizie hanno ribattezzato guerra civile. Il capo di Tripoli, per ottenere aiuto, ha detto che c’è il rischio per l’Italia si imbarchino ottocentomila persone fra cui centinaia di ex terroristi dell’Isis ed altri delinquenti. A questo punto, il nostro ruspante Ministro degli Interni Matteo Salvini ha … Continua a leggere

LA SATURAZIONE

Che gli esseri umani siano capaci di sbagliare non è una notizia. Ci muoviamo infatti in una foresta inestricabile di cause ed effetti e non sempre riusciamo a prevedere l’effetto delle nostre azioni. Ciò che invece stupisce è il fatto che si siamo capaci di ripetere esattamente gli stessi errori che, qualche tempo prima, abbiamo visto commettere e pagare. Ammesso … Continua a leggere

NETANYAHU E LA PACE ISRAELO-PALESTINESE

La vittoria di Benjamin Nethanyahu è stata salutata con un moto di delusione da chi sostiene la causa dei palestinesi. Netanyahu ha bloccato da anni i colloqui di pace e la sua rielezione non migliora certo le prospettive. Ma se quel primo ministro chiude ai palestinesi non bisogna chiedersi se è giusto o ingiusto bisogna chiedersi se fa o no … Continua a leggere

ERISTICA

“Di vaccini parlo soltanto con chi è laureato in medicina”, ha detto un famoso clinico. Con ragione. Ci sono campi così specialistici che già il loro linguaggio li rende esoterici. Se i matematici di professione hanno difficoltà a capire la teoria della relatività, come volete che dica qualcosa di plausibile chi ha difficoltà con le quattro operazioni? E tuttavia, come … Continua a leggere

SMETTETELA DI AIUTARE SALVINI

La Alan Kurdi, la nave dell’organizzazione non governativa tedesca Sea Eye, dinanzi al divieto di entrare nelle nostre acque territoriali per sbarcare migranti sul suolo italiano, ha cambiato rotta e si dirige verso Malta. Spera di avere migliore accoglienza, anche se le esperienze precedenti non sono incoraggianti. Ma l’o.n.g. non ha rinunciato a scagliare “la freccia del parto” contro il … Continua a leggere

CONTE NON È NESSUNO

Ogni volta che qualcuno, in Italia, vuol parlare di ansia e sospensione, si butta sull’inglese e parla di “sàspens”. Ogni volta che qualcuno dice “sàspens”, io dico, a bassa voce, “s-spèns”. Perché quella è la pronuncia giusta. Come mai tanta cura, come mai una tale programmata e costante reazione ad un innocente errore come tanti? Non voglio che mi entri … Continua a leggere

L’ICONOCLASTIA DELLE BUSSOLE

Il Titanic è andato a fondo nel 1912. Più di cent’anni fa. E tuttavia nessuno dimentica quel naufragio. Sia per la qualità della nave, sia per il numero di vittime, sia soprattutto per l’indicibile tragedia di centinaia di persone che sapevano di dover morire di freddo, nelle acque gelide dell’Atlantico, fra non molto tempo. E che sapevano di non poter … Continua a leggere

L’IMPOSSIBILE FINE DELLA FOLLIA

Se ciò che sta avvenendo a Londra avvenisse a Roma non avremmo difficoltà a capirlo. Non soltanto l’Italia è un Paese unito da poco, ma certo non ha le secolari tradizioni democratiche inglesi. Inoltre noi siamo da sempre – ce lo ha insegnato Dante – una nazione litigiosa. Per noi è quasi più facile allearci con un estraneo contro nostro … Continua a leggere

NOTA SULL’EDITORIA E RACCONTO ESEMPLARE

PICCOLA NOTA SULL’EDITORIA E RACCONTO ESEMPLARE Leggiamo sul “manifesto”(1) che “La direttrice della collana ‘Cadre noir’ la linea ‘gialla’ di una delle più importanti case editrici francesi, ‘Le Seuil’, ha deciso di sospendere la pubblicazione dell’ultimo libro di Cesare Battisti già pronto per la stampa. A suo dire, dopo la confessione degli omicidi commessi dall’autore una quarantina di anni fa, … Continua a leggere

BATTUTO IN CINISMO

Non pensavo potesse avvenire ma si è verificato. Un amico mi ha fatto notare che forse non ho un sufficiente senso del reale. Ecco di che si tratta. Ho notato che in passato si sono accumulati tanti debiti e tanti rinvii (a volte condensati in “clausole di garanzia” che costano oltre venti miliardi, come nel nostro caso) che a nessun … Continua a leggere

GIAPPONESITA’

Ho una grande stima del Giappone e dei giapponesi, ma alcuni dei motivi di questa stima hanno delle controindicazioni. Accettiamo, per meglio spiegarci, la distinzione freudiana fra es, io e superio. L’es è ciò che siamo per così dire in quanto animali: fisiologia e istinti; l’io è ciò che, a nostro parere, effettivamente siamo; il superio è ciò che dovremmo … Continua a leggere

SIAMO PIU’ STUPIDI DEI NOSTRI PADRI?

Nel 1987 il prof.James Flynn pubblicò uno studio dal quale risultava che, tra il 1947 e il 1972 il QI, Quoziente d’Intelligenza dei ragazzi, era notevolmente aumentato. Propose questo dato alla comunità scientifica e molti altri studiosi si occuparono del problema, confermando la cosa. Nei Paesi sviluppati, l’intelligenza media aumentava, tanto che ci si convinse dell’esistenza di un “effetto Flynn”. … Continua a leggere

IL FUTURO DELLA LEGA

Di fronte ai grandi successi, le persone d’esperienza, piuttosto che entusiasmarsi, cominciano a chiedersi quali fondamenti abbiano e dunque quali prospettive. Indimenticabile al riguardo Letizia Ramorino. Quando le riferivano i trionfi del figlio, la madre di Napoleone reagiva costantemente con le parole: “Pourvu que ça dure”, purché duri. Non durò. Il successo della Lega è innegabile. Qualche anno fa questo … Continua a leggere

IL GOVERNO – MA NON L’ATTUALE – È IL PROBLEMA

La fragilità dell’attuale maggioranza è evidente e la prognosi più frequente è che l’esecutivo durerà fino alle elezioni europee di maggio. Tanto che ci si chiede soprattutto quale partito gli “staccherà la spina”. E tuttavia è possibile che la questione sia più futile di quanto non sembri. Il problema non è tanto quello di sapere quando questo governo cadrà, quanto … Continua a leggere

CIO’ CHE SEGUIRA’ IL CAPITALISMO

Il “Corriere” da notizia dalla visita in Italia del prof.Wolfgang Streeck, illustre sociologo già direttore del Max Planck Institute per lo Studio delle società. Il titolo annunciava una sua teoria sulla fine del capitalismo e confesso che mi aspettavo idee più originali di quelle che ho letto nell’articolo a lui dedicato(1). Purtroppo il sociologo è “collocato saldamente nella sinistra politica … Continua a leggere

UNA PIAGA MODERNA: L’OBESITA’

Un ex diplomatico americano (James Hansen) mi fornisce alcuni dati interessanti: la percentuale di americane obese è del 41,5%, e un altro 27,5% è sovrappeso. Il totale ci porta al 69%. Insomma quasi tutte. E il bello è che le femministe americane o danno la colpa di questo dramma agli uomini oppure dicono che “obeso è bello”. Ma su questo … Continua a leggere

IL PUNTO DI VISTA ETOLOGICO SULL’UOMO

Immaginiamo di fare un viaggio su un pianeta extrasolare in cui c’è una popolazione intelligente quanto noi, anche se differente da noi in quasi tutto. E lì qualcuno ci chiede: ma come sono questi uomini, questi esseri come lei? Sono buoni o cattivi, avidi o generosi, morali o immorali? Quali sono le loro pulsioni fondamentali? Le domande sarebbero molte, ma … Continua a leggere