ENRICO IV, AMLETO E SALVINI

Il protagonista politico dell’Italia attuale è senza dubbio Matteo Salvini. Dunque sarebbe importante conoscere le sue intenzioni, i suoi programmi, i suoi progetti. E noi cittadini li conosciamo? Proprio no. Il marziano appena arrivato dal suo pianeta potrebbe pensare che ciò avvenga perché il detto Salvini è un tipo talmente riservato da tenere sempre nascoste le sue carte. E invece … Continua a leggere

NOVE PER NOVE NOVANTANOVE

Immaginate un’Accademia di Matematica di rinomanza nazionale, tale che essere membri di essa sia un grande onore, e immaginate pure che, fra le condizioni per esservi ammessi, vi sia un esame in cui il candidato deve dimostrare di essere in grado di rispondere prontamente a qualunque incrocio della Tavola Pitagorica. Sarebbe surreale, naturalmente. Ma cesserebbe di esserlo se si dimostrasse … Continua a leggere

IL PROFESSORE CERCA LAVORO

Il giovane si presentò nell’ufficietto che gli era stato indicato di malavoglia da un operaio. Entrato si trovò di fronte il padrone del cantiere, attorniato da scartoffie, computer, telefoni, classificatori, tanto che pareva non ci fosse posto per altro. Per fortuna c’era una sedia per i visitatori e il candidato la guardò con desiderio. Ma era troppo beneducato per sedersi … Continua a leggere

QUOD PLERUMQUE ACCIDIT

Nel diritto penale, il dolo è l’intenzione di fare qualcosa che la legge vieta. La colpa è invece la rimproverabilità di un’azione che, pure non mirando a violare una legge, quella legge ha violato. Chi spara per uccidere, agisce con dolo. Chi si distrae mentre guida e ammazza qualcuno, voleva solo guidare ma ha ucciso. E il reato ascrittogli è … Continua a leggere

FARE DEBITI NON È UN AFFARE

L’Italia è molto indebitata e il governo vorrebbe essere autorizzato a contrarre ulteriori debiti con le Borse. Bisogna tuttavia chiedersi come faremo a pagare gli interessi, considerando che già nel 2018 ci sono costati 65 miliardi di euro (più di quanto spendiamo per la Pubblica Istruzione). Insomma rimane l’impressione che, mentre i singoli, se pensano ai loro propri debiti, si … Continua a leggere

SEMPER MACULOR

Credo che fino a metà luglio, e forse oltre, sarà inutile leggere i giornali. Infatti tutto ciò che viene detto, da parte di tutti, potrebbe essere una bugia. Dunque sembra del tutto inutile esaminare e commentare quanto dicono i politici e gli economisti, a tutti i livelli. È come se vi chiedessero: “Quanto fa esattamente il numero che ho in … Continua a leggere

LA SOSTENIBILITA’

Quasi tutti sono in grado di stare su un solo piede. Dunque la cosa è possibile. Ma chi si fidasse troppo di questa affermazione sarebbe presto deluso: infatti dopo qualche secondo o poggia per terra l’altro piede o cade. L’osservazione è pedestre (quant’altre mai) ma ovvia: non sempre ciò che è possibile è sostenibile. E tuttavia l’esatta valutazione del tempo, … Continua a leggere

CONVERSAZIONE CON GLI AMICI

Gli amici se ne saranno accorti. I miei articoli non sono più quotidiani e spesso non trattano di politica. In verità, io continuo a scrivere articoli, anche di politica, e poi li butto nel cestino. O nella memoria del computer, che molto gli somiglia. La ragione è che mi sembrano inutili, banali, ripetitivi, in una parola noiosi. Più o meno … Continua a leggere

LA DECOSTRUZIONE

Un giovane semianalfabeta (intendo col Diploma di Scuola Media Inferiore) vedendomi disponibile al dialogo, mi ha chiesto: “Io vorrei conoscere meglio me stesso. Che libro mi consiglia?” Non sapendo che cosa dire, ho dato la risposta più sincera: “Proprio non saprei”. Ma mi è rimasta sullo stomaco la domanda. Che deve essere proprio difficile. Infatti, secoli prima di Cristo qualcuno … Continua a leggere

MINIBOT PER MINIECONOMISTI

Il denaro è un facilitatore degli scambi. Il barbiere che ha passato ore a tagliare capelli, alla fine, avendo incassato del denaro, va a comprarsi da mangiare e a fare benzina. Il denaro che lui versa ai commercianti corrisponde, sostanzialmente, al valore del lavoro fatto. Un baratto mediato dalle banconote. Il denaro misura impersonalmente il valore di una prestazione, e … Continua a leggere

NON VORREMMO ESSERE NEI NOSTRI PANNI

Il nostro governo ha ricevuto la risposta al documento richiesto qualche giorno fa, e questa risposta è la peggiore che potevano darci: la Commissione Europea ritiene la procedura per debito eccessivo a carico dell’Italia “giustificata”. È la prima volta che l’Europa si appresta ad applicare questa procedura. Nell’autunno dello scorso anno ci è stata minacciata la procedura “per infrazione” delle … Continua a leggere

L’AUTO-SOSPENSIONE

Luca Palamara si è auto-sospeso dall’Associazione Nazionale Magistrati. Ieri cinque membri del Consiglio Superiore della Magistratura si sono auto-sospesi. Questi titoli del Corriere della Sera, al di là delle note vicende, inducono a porsi ancora una volta l’interrogativo: ma che cos’è, questa auto-sospensione? La prima risposta è molto semplice: è un istituto giuridico che non esiste. Ma poiché se ne … Continua a leggere

CONTE RUGGISCE, MA FORSE PER FINTA

“Servono chiarimenti o rimetterò il mandato”. Queste sono le parole che il Corriere della Sera mette in bocca a Giuseppe Conte, nella conferenza stampa di oggi pomeriggio. Premetto che non ho ascoltato il discorso perché, senza offesa, il personaggio mi risulta indigeribile. Aggiungo pure chenon mi fido delle virgolette dei giornali. Ma stavolta, a leggere il resoconto di Paolo Decrestina … Continua a leggere

NOTA ALL’ARTICOLO PRECEDENTE

Se parlassi di me per il piacere di parlare di me, sarei soltanto un seccatore. Ma se, per una volta, sul modello di Michel de Montaigne, esaminassi me stesso come semplice “échantillon”, “modello”, “pattern” d’umanità o, come si dice anche, “case history”, in modo che ciascuno possa applicare quel singolo caso a un problema generale, allora parlare di me potrebbe … Continua a leggere

GRANDI UOMINI, GRANDI PROBLEMI

Il futuro è incerto, ma non sempre nella stessa misura. In conseguenza del pasticcio inestricabile della Brexit, in Inghilterra si è molto preoccupati riguardo alla situazione economica: ma nessuno si chiede se domani ci sarà o no una democrazia. Il regime è fuori discussione. Invece in Italia, per decenni, ad ogni elezione si è temuto di essere ad un passo … Continua a leggere

CHE COSA HA VERAMENTE SCRITTO TRIA A BRUXELLES

Chi – per carenza di informazioni o di formazione – spesso non comprende ciò che avviene intorno a lui, reputa che “capire” significhi “essersi fatta un’idea”. E per questo spesso gli basta leggere i titoli dei giornali. Per chi invece è abituato a capire veramente (o almeno a sapere di non aver capito) non ha nessuna importanza ciò che dicono … Continua a leggere

IL POSTO DI LAVORO NON È SACRO

Se qualcuno ha visto i recenti numeri di “Fratelli di Crozza” ricorderà che si concludono con una parodia di Vittorio Feltri, presentato come un vecchio sboccato, immorale e brutale, che parla assolutamente fuori dai denti. Un selvaggio. Il sottotesto di quell’atteggiamento – che del resto il falso Feltri mette spesso in evidenza – è che, quando si è vecchi, ci … Continua a leggere

SALVINI E L’EMPATIA

Se si chiedesse di definire l’empatia, molti sarebbero in difficoltà. Eppure è semplice: è la capacità di mettersi nei panni altrui. La sua totale mancanza – per esempio essendo indifferenti mentre si è crudeli – è prova di tendenze criminali. L’empatia è anche uno strumento che ci può aiutare a capire il comportamento assurdo di qualcuno, semplicemente pensando che, se … Continua a leggere